ARTROSI DEL POLLICE (rizoartrosi)

E’ descritta separatamente dall’artrosi delle altre dita sia per la particolare importanza di questa articolazione, sia per la particolare frequenza e precocità delle degenerazioni articolari.
L’articolazione alla base del pollice (articolazione trapezio-metacarpale), vicina al polso e alla parte muscolare del pollice, permette a questo dito di ruotare, flettersi ed estendersi in modo da poter afferrare gli oggetti e compiere tutti i fini movimenti di cui è capace contrapponendosi alle altre dita.
E’ l’articolazione più importante della mano ed anche quella che più frequentemente (ma in modo del tutto simile alle altre dita) va incontro a processi degenerativi (artrosi):
La cartilagine che riveste le superfici articolari (che ha la funzione di facilitare lo scorrimento delle superfici articolari tra loro) si assottiglia danneggiando infine per attrito anche le ossa.
Solitamente si manifesta dopo i 40 anni, con una prevalenza nel sesso femminile.
Essendo una malattia degenerativa, la sintomatologia può peggiorare col tempo.

Sintomi:
– dolore in tutte le attività che richiedono di afferrare un oggetto, ruotarlo o manipolarlo, specie se dopo un uso prolungato o forzato.
– gonfiore alla base del pollice
– talvolta formazione di una “protuberanza” alla base del pollice
– movimento limitato

Diagnosi:
– il vostro medico vi chiederà come compare il dolore e quali attività lo aggravano
– esame fisico: può dimostrare il gonfiore alla base del pollice; l’incremento del dolore al movimento contro resistenza (talvolta con un crepitio)
– Rx: possono dimostrare il deterioramento e la deformazione dell’osso con eventuali depositi di calcio (osteofiti).

Terapia:
nelle fasi iniziali è sufficiente:
– applicazione di ghiaccio per 10-15 minuti più volte al giorno
farmaci analgesici-antiinfiammatori per ridurre l’infiammazione e l’edema
– fkt: ionoforesi, laserterapia a contatto, rieducazione funzionale per rinforzo muscolare
in fase avanzata:
– può essere necessario uno splint di “appoggio”: un’ortesi ortopedica comprendente il polso ed il pollice stesso per mettere a riposo l’articolazione. L’ortesi può essere portata di notte o in modo intermittente – subcontinuo durante la giornata
– quando il trattamento conservativo non è più efficace può essere necessaria una soluzione chirurgica.

SINDROME DI DE QUERVAIN

E’ un’infiammazione ed ispessimento della guaina di alcuni tendini muscolari a livello del lato interno del polso (vedi figura) tale da rendere difficile il loro scorrimento all’interno della guaina stessa (tenosinovite stenosante dei tendini dei muscoli abduttore lungo ed estensore breve del pollice).
– è dovuta generalmente ad un sovraccarico funzionale, cioè ad un lavoro eccessivo e/o protratto a carico di questi muscoli.
– è più frequente nelle donne, specie tra i 30 e 50 anni
– con una certa frequenza compare nel periodo della gravidanza o successivamente ad essa
– colpisce più frequentemente il lato dominante (il destro nei destrimani), ma talvolta è bilaterale
– può avere un andamento ricorrente, specie se non sono presi provvedimenti di tipo ergonomico per
diminuire lo stress meccanico

Sintomi:
– nelle forme acute e di maggior gravità il dolore è anche spontaneo in corrispondenza del lato interno (lato
radiale) del polso con irradiazione verso il braccio
– più frequentemente si tratta di un dolore durante i movimenti di presa del pollice o di deviazione ulnare
(verso l’esterno) del polso

Diagnosi:
il più frequente errore diagnostico consiste nel confondere questa malattia con la ben più frequente artrosi del pollice (rizoartrosi o artrosi trapezio-metacarpale).
– “storia clinica”
– manovra di Finkelstein: mantenendo piegato il pollice entro la mano chiusa a pugno e piegando il polso verso il mignolo, si ha una spiccata esacerbazione del dolore

Terapia:
– riposo funzionale (se necessario uno splint che mantenga a riposo pollice e polso)
– infiltrazione di cortisonici entro la guaina tendinea e/o assunzione di farmaci antiinfiammatori
– Fkt: laser a scansione + a contatto, ionoforesi con antiinfiammatori
– trattamento chirurgico solo nei casi che non rispondono ai trattamenti conservativi.

responsabile web site: Dott. Paolo Bortolotto Medico Fisiatra - Padova

Registrant/Administration Carla Costabile C.F. CSTCRL61R50A166F Via Milano, 1 Selvazzano Dentro (Padova)
On web with SERVERPLAN-REG www.serverplan.com

Copyright 2002 - 2014 Restyling and updating © 2019 Ultimo aggiornamento: 12 maggio 2015

privacy policy | cookie policy